Libro secondo - "Dei delitti in particolare"

Titolo VI (Dei delitti contro l'incolumita' pubblica)

Capo II (Dei delitti di comune pericolo mediante frode)

codice-penale.itcodice-penale.it

Chiunque cagiona un'epidemia mediante la diffusione di germi patogeni e'punito con l'ergastolo. Se dal fatto deriva la morte di piu'persone, si applica la pena dell'ergastolo.  

Chiunque avvelena acque o sostanze destinate all'alimentazione, prima che siano attinte o distribuite per il consumo, e'punito con la reclusione non inferiore a quindici anni. Se dal fatto deriva la morte di alcuno, si applica l'ergastolo; e, nel caso di morte di piu'persone, si applica la pena delll'ergastolo.  

Chiunque corrompe o adultera acque o sostanze destinate all'alimentazione, prima che siano attinte o distribuite per il consumo, rendendole pericolose alla salute pubblica, e'punito con la reclusione da tre a dieci anni. La stessa pena si applica a chi contraffa', in modo pericoloso alla salute pubblica, sostanze alimentari destinate al commercio. La pena e'aumentata se sono adulterate o contraffatte sostanze medicinali.  

Chiunque adultera o contraffa', in modo pericoloso alla salute pubblica, cose destinate al commercio, diverse da quelle indicate nell'articolo precedente, e'punito con la reclusione da uno a cinque anni o con la multa non inferiore a euro 309.  

Chiunque, senza essere concorso nei reati preveduti dai tre articoli precedenti, detiene per il commercio, pone in commercio, ovvero distribuisce per il consumo acque, sostanze o cose che sono state da altri avvelenate, corrotte, adulterate o contraffatte in modo pericoloso alla salute pubblica, soggiace alle pene rispettivamente stabilite dai detti articoli.