Libro primo - "Dei reati in generale"

Titolo IV (Del reo e della persona offesa dal reato)

Capo I (Della imputabilita')

codice-penale.itcodice-penale.it

Nessuno puo'essere punito per un fatto preveduto dalla legge come reato, se, al momento in cui lo ha commesso, non era imputabile. e'imputabile chi ha la capacita'di intendere e di volere.  

Se taluno mette altri nello stato d'incapacita'd'intendere o di volere, al fine di fargli commettere un reato, del reato commesso dalla persona resa incapace risponde chi ha cagionato lo stato d'incapacita'.  

La disposizione della prima parte dell'articolo 85 non si applica a chi si e'messo in stato d'incapacita'd'intendere o di volere al fine di commettere il reato, o di prepararsi una scusa.  

Non e'imputabile chi, nel momento in cui ha commesso il fatto, era, per infermita', in tale stato di mente da escludere la capacita'di intendere o di volere.  

Chi, nel momento in cui ha commesso il fatto, era, per infermita', in tale stato di mente da scemare grandemente, senza escluderla, la capacita'd'intendere o di volere, risponde del reato commesso; ma la pena e'diminuita.