Libro primo - "Dei reati in generale"

Titolo IV (Del reo e della persona offesa dal reato)

Capo III (Del concorso di persone nel reato)

codice-penale.itcodice-penale.it

Quando piu'persone concorrono nel medesimo reato, ciascuna di esse soggiace alla pena per questo stabilita, salve le disposizioni degli articoli seguenti.  

Chi ha determinato a commettere un reato una persona non imputabile, ovvero non punibile a cagione di una conduzione o qualita'personale, risponde del reato da questa commesso, e la pena e'aumentata. Se si tratta di delitti per i quali e'previsto l'arresto in flagranza, la pena e'aumentata da un terzo alla meta'. Se chi ha determinato altri a commettere il reato ne e'il genitore esercente la potesta', la pena e'aumentata fino alla meta'o, se si tratta di delitti per i quali e'previsto l'arresto in flagranza, da un terzo a due terzi.

La pena da infliggere per il reato commesso e'aumentata: 1) se il numero delle persone, che sono concorse nel reato, e'di cinque o piu', salvo che la legge disponga altrimenti; 2) per chi, anche fuori dei casi preveduti dai due numeri seguenti, ha promosso od organizzato la cooperazione nel reato, ovvero diretto l'attivita'delle persone che sono concorse nel reato medesimo; 3) per chi, nell'esercizio della sua autorita', direzione o vigilanza, ha determinato a commettere il reato persone ad esso soggette; 4) per chi, fuori del caso preveduto dall'articolo 111, ha determinato a commettere il reato un minore di anni 18 o una persona in stato d'infermita'o di deficienza psichica, ovvero si e'comunque avvalso degli stessi nella commissione di un delitto per il quale e'previsto l'arresto in flagranza. La pena e'aumentata fino alla meta'per chi si e'avvalso di persona non imputabile o non punibile, a cagione di una condizione o qualita'personale, nella commissione di un delitto per il quale e'previsto l'arresto in flagranza. Se chi ha determinato altri a commettere il reato o si e'avvalso di altri nella commissione del delitto ne e'il genitore esercente la potesta', nel caso previsto dal numero 4 del primo comma la pena e'aumentata fino alla meta'e in quello previsto dal secondo comma la pena e'aumentata fino a due terzi. Gli aggravamenti di pena stabiliti nei numeri 1, 2 e 3 di questo articolo si applicano anche se taluno dei partecipi al fatto non e'imputabile o non e'punibile.

Nel delitto colposo, quando l'evento e'stato cagionato dalla cooperazione di piu'persone, ciascuna di queste soggiace alle pene stabilite per il delitto stesso. La pena e'aumentata per chi ha determinato altri a cooperare nel delitto, quando concorrono le condizioni stabilite nell'articolo 111 e nei numeri 3 e 4 dell'articolo 112.  

Il giudice, qualora ritenga che l'opera prestata da taluna delle persone che sono concorse nel reato a norma degli articoli 110 e 113 abbia avuto minima importanza nella preparazione o nell'esecuzione del reato, puo'diminuire la pena. Tale disposizione non si applica nei casi indicati nell'articolo 112. La pena puo'altresi'essere diminuita per chi e'stato determinato a commettere il reato o a cooperare nel reato, quando concorrono le condizioni stabilite nei numeri 3 e 4 del primo comma e nel terzo comma dell'articolo 112.