Libro primo - "Dei reati in generale"

Titolo II (Delle pene)

Capo II (Delle pene principali, in particolare)

codice-penale.itcodice-penale.it

La pena di morte e'stata soppressa e sostituita con l'ergastolo.  

La pena dell'ergastolo e'perpetua, ed e'scontata in uno degli stabilimenti a cio'destinati, con l'obbligo del lavoro e con l'isolamento notturno. Il condannato all'ergastolo puo'essere ammesso al lavoro all'aperto. (Articolo dichiarao illegittimo dalla Corte costituzionale, sentenza del 28 aprile 1994, n. 168, nella parte in cui non esclude l'applicazione della pena dell'ergastolo al minore imputabile)  

La pena della reclusione si estende da quindici giorni a ventiquattro anni, ed e'scontata in uno degli stabilimenti a cio'destinati, con l'obbligo del lavoro e con l'isolamento notturno. Il condannato alla reclusione, che ha scontato almeno un anno della pena, puo'essere ammesso al lavoro all'aperto.  

La pena della multa consiste nel pagamento allo Stato di una somma non inferiore a 5 euro, ne'superiore a 5. 164. Per i delitti determinati da motivi di lucro, se la legge stabilisce soltanto la pena della reclusione, il giudice puo'aggiungere la multa da euro 5 a euro 2. 065.  

La pena dell'arresto si estende da cinque giorni a tre anni, ed e'scontata in uno degli stabilimenti a cio'destinati o in sezioni speciali degli stabilimenti di reclusione, con l'obbligo del lavoro e con l'isolamento notturno Il condannato all'arresto puo'essere addetto a lavori anche diversi da quelli organizzati nello stabilimento, avuto riguardo alle sue attitudini e alle sue precedenti occupazioni.