Libro terzo - "Delle contravvenzioni in particolare"

Titolo I (Delle contravvenzioni di polizia)

Capo I (Delle contravvenzioni concernenti la polizia di sicurezza)

Sezione III (Delle contravvenzioni concernenti la prevenzione di talune specie di reati)

§ 2 (Delle contravvenzioni concernenti la prevenzione dell'alcoolismo e dei delitti commessi in stato di ubriachezza)

codice-penale.itcodice-penale.it

Chiunque, contro il divieto della legge, ovvero senza osservare le prescrizioni della legge o dell'autorita', fabbrica o introduce nello Stato droghe, liquori o altre bevande alcooliche ovvero detiene per vendere o vende droghe, e'punito con la sanzione amministrativa pecuniaria da euro 413 a euro 2. 478. Alla stessa pena soggiace chi, senza osservare le prescrizioni della legge o dell'Autorita', fabbrica o introduce nello Stato sostanze destinate alla composizione di liquori o droghe. E'sempre disposta la cessazione dell'attivita'illecitamente esercitata. Se l'attivita'e'svolta in uno stabilimento o in un esercizio per il quale e'stata rilasciata autorizzazione o altro titolo abilitativo all'esercizio di diversa attivita', nel caso di reiterazione delle violazioni, e'disposta altresi'la chiusura dello stabilimento o dell'esercizio per un periodo non superiore a sette giorni. Per le violazioni previste dal presente articolo non e'ammesso il pagamento in misura ridotta a norma dell'articolo 16 della legge 24 novembre 1981, n° 689.

Chiunque acquista o consuma, in un esercizio pubblico, bevande alcooliche fuori del tempo in cui ne e'permessa la vendita, e'punito con la sanzione amministrativa fino a euro 51.

Chiunque, in luogo pubblico o aperto al pubblico, e'colto in stato di manifesta ubriachezza e'punito la sanzione amministrativa pecuniaria da euro 51 a euro 309. La pena e'dell'arresto da tre a sei mesi se il fatto e'commesso da chi ha gia'riportato una condanna per delitto non colposo contro la vita o l'incolumita'individuale. * La pena e'aumentata se la ubriachezza e'abituale. *( Comma dichiarato costituzionalmente illegittimo con sentenza n° 354 del 2000)  

L'esercente un'osteria o un altro pubblico spazio di cibi o di bevande, il quale somministra, in un luogo pubblico o aperto al pubblico, bevande alcooliche a un minore degli anni sedici, o a persona che appaia affetta da malattia di mente, o che si trovi in manifeste condizioni di deficienza psichica a causa di un'altra infermita', e'punito con l'arresto fino a un anno. Se dal fatto deriva l'ubriachezza, la pena e'aumentata. La condanna importa la sospensione dall'esercizio.  

Chiunque, in un luogo pubblico o aperto al pubblico, cagiona la ubriachezza altrui, somministrando bevande alcooliche, e'punito con l'arresto fino a sei mesi o con l'ammenda da euro 30 a euro 309.